So-Malìa. Immagini, parole, profumi.

Un incontro con l'arte e la letteratura della Somalia contemporanea. 13 incontri dal 29 ottobre al 18 dicembre

 

            

So-Malìa. Immagini, parole, profumi

Un incontro con l'arte e la letteratura della Somalia contemporanea

promosso dalla Libreria Serendipità in collaborazione con l'Associazione Trama di terre e la Biblioteca Amilcar Cabral

13 incontri dal 29 ottobre al 18 dicembre

Ingresso gratuito

   

  • CALENDARIO DEGLI INCONTRI
  • CONTENUTI                                                 
  •   trama di terre

     

     

    CALENDARIO DEGLI INCONTRI

    > 29 ottobre 2010 Serendipità, v.lo de' Facchini 2/2, ore 19 «SOMALIA. POESIA E IMMAGINI» di GIULIO SORAVIA incontro con Giulio Soravia, intervengono Antar Marincola e Addous Ahmad.

    > 5 novembre 2010 Sala dello Zodiaco, via Zamboni 13, ore 19 «RAZZA PARTIGIANA» di CARLO COSTA E LORENZO TEODONIO, incontro con Carlo Costa, Lorenzo Teodonio, interviene Antar Marincola.

    > 12 novembre 2010 Serendipità, v.lo de' Facchini 2/2, ore 19 «FRA-INTENDIMENTI» di KAHA MOHAMED ADEN incontro con Kaha Mohamed Aden, interviene Wendy Columbo.

    > 19 novembre 2010 Sala dell'Angelo, via San Mamolo 24, ore 19 «AUKUI» di FATIMA AHMED incontro con Fatima Ahmed, interviene Nella Roveri.

    > 24 novembre 2010 Sala conferenze, Quartiere Santo Stefano, Via Santo Stefano 119, ore 19 «LA SOMALIA NON E' UN'ISOLA DEI CARAIBI» di MOHAMED ADEN SHEIKH, intervengono Pietro Petrucci, Gian Paolo Calchi Novati e Luca Jourdan 

    > 26 novembre 2010 Sala Cervi, via Riva Reno 72, ore 20,30 proiezione del film «LA CONCHIGLIA» di ABDULKADIR AHMED SAID, interviene Giuseppe Gariazzo. Rinviato

    > 30 novembre 2010 Serendipità, , v.lo de' Facchini 2/2, ore 17,30 «IL COCCODRILLO CHE PRESTO' LA LINGUA ALLO SCIACALLO E ALTRE FAVOLE DALLA SOMALIA» con Antar Marincola, Riccardo Tabilio e Maryam Mohamed Hasan.

    > 3 dicembre 2010 Sala dell'Angelo, via San Mamolo 24, ore 19 «LA MIA CASA E' DOVE SONO» di IGIABA SCEGO, incontro con Igiaba Scego, intervengono Itala Vivan e Vega Partesotti.

    > 7 dicembre 2010 Serendipità, v.lo de' Facchini 2/2, ore 20,30 «LA CASA DEGLI ABOOR» videoinstallazione di KINSI KUDU.

    > 9 dicembre 2010 TO/LET Outdoor, v.lo de Facchini 2/a, ore 20,30 «CITTA' PORTI E PIRATI» mostra di KINSI KUDU.

    > 10 dicembre 2010 Sala dell'Angelo, via San Mamolo 24, ore 19 «MADRE PICCOLA» di CRISTINA ALI FARAH, incontro con Cristina Ali Farah, intervengono Silvia Camilotti e Maria Nolet.

    > 17 dicembre 2010 Sala dello Zodiaco, via Zamboni 13, ore 19 «FUGGO MA NON SCAPPO: LA SOMALIA RACCONTATA DAI RIFUGIATI» + proiezione del film ‘C.A.R.A. Italia' di DAGMAWI YIMER, incontro con Gabriele Del Grande, Sara Montipò, Hassan Daud e Abubaker Jokof.

    > 18 dicembre 2010 Trama di terre, via Aldrovandi 31, Imola ore 20 «I SAPORI DELLA SOMALIA».

    CURATRICE

    Raimonda Nur Goni, nasce in Italia da una famiglia italo-somala, si laurea in Lingue e Letterature Straniere presso l'Università degli Studi di Bologna. Lavora nell'ambito della migrazione dal 2006 e con la Coop Arca di Noè dal 2007.

    RELATORI

    Giulio Soravia, insegna Lingua e Letteratura Araba presso l'Università degli Studi di Bologna, dirige il Centro Interdipartimentale di Scienze dell'Islam dell'Ateneo bolognese.

    Antar Mohamed Marincola, nasce in Somalia, studia a Bologna, oggi è educatore e mediatore culturale.

    Addous Ahmad, insegna Lingua e Letteratura Araba presso l'Università degli Studi di Bologna.

    Carlo Costa, si laurea in Scienze Politiche all'Università La Sapienza di Roma, si è occupato per alcuni anni di storia del movimento di liberazione in Italia.

    Lorenzo Teodonio si laurea in Fisica all'Università La Sapienza di Roma e da alcuni anni svolge ricerche sulla Resistenza romana.

    Kaha Mohamed Aden si laurea in Economia e si occupa di intercultura e mediazione culturale. È autrice dello spettacolo teatrale Mettiti nei miei panni. Fra-intendimenti (Nottetempo, 2010) è il suo primo romanzo.

    Fatima Ahmed nasce in Cambogia da padre somalo e madre vietnamita. Nel 1970 lascia la Cambogia e si trasferisce a Mogadiscio (Somalia). Emigra in Italia dove lavora come mediatrice culturale e interprete in lingua vietnamita. ‘Aukui' (Eks & Tra editore, 2008) è il suo primo romanzo.

    Nella Roveri scrive, su riviste di settore, articoli legati ad esperienze di viaggio e, su volumi miscellanei, riflessioni su scrittura autobiografica e migrante. Cura l'editing e scrive la prefazione del libro di Fatima Ahmed, Aukui (Eks & Tra editore, 2008).

    Pietro Petrucci, giornalista, segue da anni le vicende del Terzo Mondo e quelle dell'Africa in particolare. E' stato corrispondente di Le Monde da Mogadiscio (Somalia) e inviato di Repubblica. Collabora all'Espresso e all'Indipendente. E' autore di Mogadiscio (Nuova Eri, 1993).

    Gian Paolo Calchi Novati, insegna Storia e Istituzioni dei Paesi Afro-Asiatici presso l'Università degli Studi di Pavia e dirige l'Istituto per gli Studi di Politica Internazionale (Ispi).

    Luca Jourdan, insegna Antropologia Culturale e Antropologia Politica presso l'Università di Bologna

    Giuseppe Gariazzo, critico cinematografico, esperto di cinema africano e arabo. Fa parte del comitato direttivo del Festival del cinema africano d'Asia e America Latina di Milano.

    Igiaba Scego, nasce in Italia, da una famiglia di origini somale. Si laurea in Letterature Straniere presso l'Università La Sapienza di Roma, e attualmente collabora con molte riviste che si occupano di migrazione e di culture e letterature africane tra cui «Latinoamerica», «Carta», «El Ghibli», «Migra» e con alcuni quotidiani: «Repubblica», «Il Manifesto» e «L'Unità».

    Itala Vivan insegna all'Università Statale di Milano. E' una delle massime esperte di letteratura africana di area anglofona. Ha contribuito alla conoscenza in Italia dei maggiori scrittori africani contemporanei, curando la pubblicazione di romanzi e raccolte di racconti; oltre a dirigere per diversi anni la collana di letteratura africana "Il lato dell'ombra" per le Edizioni Lavoro.

    Vega Partesotti, giornalista, collabora alle pagine culturali di Repubblica-Bologna.

    Kinsi Kudu (Kinsi Abdulleh), artista visiva e attivista sociale fonda a Londra nel 1998 Kudu Arts con l'obiettivo di far comprendere e conoscere gli artisti della diaspora somala e del Corno d'Africa, inaugura nel 2010 la rivista femminile Scarf, incentrata sui temi della diaspora africana.

    Ubah Cristina Ali Farah è una scrittrice e poetessa somalo-italiana. Nel 2007 è uscito per l'editore Frassinelli il suo primo romanzo, "Madre piccola" (Premio Vittorini 2008). In Italia suoi racconti e poesie sono stati pubblicati in diverse antologie e riviste. Scrive per The black blog di Vogue Italia e collabora con Internazionale. Vive a Roma dove insegna lingua e letteratura somala all'Università di Roma Tre.

    Silvia Camilotti assegnista di ricerca presso il dipartimento Sitlec dell'Università di Bologna (sede di Forlì), è autrice di contributi sui temi letterari e ha curato i volumi Lingue e letterature in movimento. Scrittrici emergenti nel panorama letterario italiano contemporaneo (BUP, 2008) e Roba da donne. Emancipazione e scrittura nei percorsi di autrici dal mondo (Mangrovie, 2009).

    Maria Nolet, psichiatra e psicoterapeuta presso il Centro di Salute Mentale, dell'Azienda Usl di Bologna.

    Gabriele Del Grande, viaggiatore e scrittore, si laurea a Bologna in Studi Orientali. Scrive su L'Unità, Redattore Sociale e Peace Reporter e collabora con Lettera27. Nel 2006 ha fondato l'osservatorio sulle vittime dell'emigrazione Fortress Europe.

    Sara Montipò,si interessa da sempre di immigrazione e nomadi. Si laurea in Scienze dell'Educazione e dal 2003 lavora all'interno del progetto di accoglienza per richiedenti asilo e rifugiati, dal 2008 per Coop Arca di Noè.

    CONTENUTI

    Dal 29 ottobre al 18 dicembre la Biblioteca Amilcar Cabral e la Libreria Serendipità, in collaborazione con l'associazione Trama di terre, propongono un ciclo di incontri sull'arte e la letteratura somala contemporanea, dal titolo "So-Malìa. Immagini, parole, profumi", curato da Raimonda Nur Goni.

    Gli incontri mirano a mettere in luce aspetti della Somalia misconosciuti ai più, quali la sua enorme ricchezza artistica e culturale, il legame storico tra Italia e Somalia, la sua tradizione orale e culinaria, il diritto d'asilo.

    Kaha Mohamed Aden, Fatima Ahmed, Igiaba Scego e Cristina Ali Farah interverranno come rappresentanti della narrativa della diaspora; Kinsi Kudu interverrà come rappresentante dell'arte della diaspora somala.

    Il legame storico tra i due paesi sarà testimoniato dal racconto della vita del partigiano italo-somalo, Giorgio Marincola, e dall'incontro con Pietro Petrucci e Gian Paolo Calchi Novati dedicato alla figura di Mohamed Aden Sheik, uno dei massimi dirigenti somali negli anni Settanta, più volte incarcerato dal regime di Siad Barre per il suo dissenso.

    Le favole saranno lo strumento per avvicinarsi alla tradizione orale (in Somalia la lingua scritta è nata nel 1972). Le spezie, gli incensi e i sapori saranno gli strumenti per scoprire la cucina somala.

    L'incontro con i rifugiati offrirà l'occasione di ricordare che la Somalia, essendo un paese in guerra dal 1990, è la madrepatria di numerosi richiedenti asilo e rifugiati. In Italia, il tema dell'asilo non è sufficientemente conosciuto e spesso i rifugiati vengono confusi con i migranti. Confusione quest'ultima, che è indispensabile chiarire per passare da una logica interculturare ad una transculturale.

    La manifestazione si svolge nel contesto dell'iniziativa nazionale per la promozione alla lettura "Ottobre Piovono Libri", con il patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e il sostegno del Progetto SPRAR, dell'ASP Poveri Vergognosi, della Cooperativa Arca di Noè, della Coop Adriatica e del progetto Emilia Romagna Terra d'asilo.

    segnalazioni